Lunghi o corti?

Beowulf: codice originale

E siamo qui, col testo nuovamente fra le mani a rivederlo, rileggerlo, correggerlo (e ho perso il conto delle revisioni…).
E’ un testo molto lungo, e mi ritrovo a dover scegliere tra due possibili soluzioni: pochi capitoli molto lunghi, suddivisi in parti, oppure capitoli più piccoli e quindi più numerosi raggruppati in 4 o più parti.
Avendo letto qualche romanzo, ricordo esempi di entrambe le scelte. Molto credo dipenda dalla struttura stessa dell’intreccio e della trama, dal modo in cui la storia fluisce. A me piace più la seconda, per motivi ch saranno chiari quando il romanzo sarà pronto. Chissà cosa piace all’editore…

p.s. se vi state chiedendo cosa c’entri Beowulf, il poema epico anglosassone, col romanzo, non scervellatevi: non ci arrivereste in un milione di anni! Godetevi le vacanze e pensate a cosa vorreste voi per un vostro romanzo: capitoli lunghi o corti?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *